TORCITURA RITORCITURA O BINATURA

Pasted Graphic
Con la torcitura, la torsione del filato su se stesso, gli si conferiscono coesione e resistenza.
In Europa la prima diffusione di filatoi in cui poter realizzare questa operazione risale al XIII secolo, quando compaiono i torcitori circolari che, per la lavorazione del filo di seta, venivano chiamati mulini da seta.
Il verso con cui il filato viene avvolto su se stesso dalla rotazione delle macchine può essere orario o antiorario.
Per consuetudine il prodotto si denomina:
Filato con torsione a Z
Filato con torsione a S
Osservando un tratto di un qualsiasi filato, le spirali andranno in una delle due direzioni indicate nel disegno che, con un po’ di buona volontà, ricordano appunto una Z o una S.
Per ottenere filati più “spessi” due o più capi - già ritorti - possono venire accoppiati e sottoposti a una nuova torsione. Questa operazione è chiamata binatura o ritorcitura.

Fonte: Torcitura, Wikipedia.
BENVENUTE